Mix tape di Laura Tripaldi – Belleville News

Mix tape di Laura Tripaldi

Mix tape di Laura Tripaldi

Mix tape: si chiamavano così le musicassette che gli amici si scambiavano negli anni Ottanta, mixando artisti e brani secondo il gusto e l’umore. Nelle “Mix tape” di Belleville un ospite ogni volta diverso consiglia i libri, le riviste, i podcast, i dischi, i film che più lo hanno appassionato e ispirato.
Questa settimana tocca a Laura Tripaldi, dottoranda in Scienza e Nanotecnologia dei Materiali, autrice e divulgatrice scientifica, che al nostro invito ha risposto così:


Podcast: Ologies di Alie Ward (2017 – presente).
L’iper-specializzazione della ricerca scientifica non gode di una buona reputazione, ma io sono convinta che l’idea di occuparsi per tutta la vita di un aspetto estremamente specifico del sapere umano nasconda anche un lato poetico. Ologies si chiama così perché ogni episodio contiene un’intervista a una scienziata o scienziato che ha dedicato tutta la propria carriera allo studio di una certa “ologia”: dall’echinologia alla pirotecnologia, dalla procionologia all’ufologia. Brillante, ironico e pieno di tenerezza, Ologies è davvero un pozzo senza fondo di fatti che probabilmente non mi serviranno mai, ma che sono comunque felice di aver scoperto.

Canale YouTube: Journey to the Microcosmos di Hank Green, Deboki Chakravarti, James Weiss, Andrew Huang (2019 – presente).
Poche cose riescono a darmi sollievo dai miei problemi di primate come contemplare la minuscola enormità della vita microscopica. Journey to the Microcosmos è una combinazione ipnotica e curativa di filmati al microscopio ad altissima definizione, scienza e storytelling. Tra i miei video preferiti vi segnalo l’episodio sulle “scimmie di mare”, piccoli gamberetti trasformati in improbabili animali domestici all’inizio degli anni ’50, e quello sulle diatomee, alghe unicellulari che catturano la silice dal mare per costruire delicatissimi e meravigliosi esoscheletri di vetro.

Videogame: Spore di Will Wright (2008).
Creato da Will Wright, lo stesso sviluppatore di The Sims, e pubblicato nel 2008 da EA games, questo gioiello di (ormai retro) gaming è forse uno dei videogiochi più sottovalutati di sempre. Nato con l’ambizione di simulare, con un certo grado di fantasia, le dinamiche dell’evoluzione biologica, Spore permette al giocatore di seguire e personalizzare una creatura aliena nel corso del suo sviluppo, dal brodo primordiale a una civiltà interplanetaria. La parte più entusiasmante del gioco è senza dubbio l’enorme grado di libertà concesso al giocatore, che permette di immaginare e animare una varietà virtualmente infinita di forme di vita.

Mostra: Metaspore di Anicka Yi al Pirelli HangarBicocca di Milano fino al 24 luglio 2022.
A proposito di spore, la mostra Metaspore di Anicka Yi ospitata al Pirelli HangarBicocca di Milano fino al 24 Luglio merita senza dubbio una visita. Mi sono particolarmente divertita a scoprire l’utilizzo di materiali che non avevo mai incontrato in un contesto artistico: dall’impasto del pane al sapone, dal gel per l’ecografia alle buste di plastica fritte in tempura. La componente olfattiva di alcune opere è stato forse l’aspetto che mi ha intrigata di più. Un’interessante riflessione ecologica sui confini che dividono e uniscono gli organismi naturali e gli artefatti umani.

Album: Novos Mistérios di Ninos Du Brasil (2014).
Sarà il fascino di queste prime notti tiepide di primavera, ma se anche a voi è tornata voglia di fare festa, e se per festa intendete un baccanale post-apocalittico nella giungla, allora questo album del 2014 è quello che fa per voi. Con il suo mescolamento eclettico di batucada e techno, samba e noise, Novos Mistérios è la colonna sonora perfetta per un rave al parco Lambro nell’estate del 2122, tra nutrie mutanti e sacrifici umani.

> Leggi qui gli altri articoli della rubrica “Mix tape”.

Mix tape di Laura Tripaldi

Commenta con Facebook

Share via
Copy link
Powered by Social Snap