Mix tape di Stefano Bartezzaghi – Belleville News

Mix tape di Stefano Bartezzaghi

Mix tape di Stefano Bartezzaghi

Mix tape: si chiamavano così le musicassette che gli amici si scambiavano negli anni Ottanta, mixando artisti e brani secondo il gusto e l’umore. Nelle “Mix tape” di Belleville un ospite ogni volta diverso consiglia i libri, le riviste, i podcast, i dischi, i film che più lo hanno appassionato e ispirato.
Questa settimana tocca a Stefano Bartezzaghi, enigmista, scrittore e giornalista, che al nostro invito ha risposto così:

Saggio: Esiste il rapporto sessuale? di Massimo Recalcati (Cortina, 2021).
Jacques Lacan disse “Non esiste rapporto sessuale”, amando le affermazioni paradossali che costringono a fare salti mentali, come accade con gli indovinelli dello zen. Recalcati, che a Lacan ispira il suo lavoro di analista e saggista (ma è tanto chiaro quanto il suo maestro era ermetico), scioglie quel paradosso e lo riporta alla situazione contemporanea, nei rapporti tra i sessi e tra ciò che la psicanalisi chiama “maschile” e “femminile” e non corrisponde alla realtà biologica dei corpi.

Romanzo: Lingua madre di Maddalena Fingerle (Italo Svevo, 2021).
Una giovanissima dottorata in letteratura italiana a Monaco di Baviera (su Tasso e Marino) esordisce in letteratura con un romanzo molto diverso da quelli che càpita di leggere nei nostri tempi. Una storia di bilinguismo e ossessioni per le parole, in un italiano sapiente, variato, lontano da quello un po’ piatto che si può leggere più frequentemente. Con un’idea di letteratura che non si limita alla narrazione di storie.

Radio e Podcast: Matteo Caccia racconta: Storie di rinascita di Matteo Caccia (2021 – presente).
Tutte le mattine ascolto in podcast una puntata di questo programma di Matteo Caccia, che va in onda di pomeriggio su Radio24 e che nelle sue prime due edizioni si è intitolato (più opportunamente) “Linee d’ombra”. Caccia e la sua agguerrita redazione ricevono storie dai lettori, ne scelgono una per ogni puntata. Caccia legge la lettera, intervista poi il mittente e aggiunge una storia per qualche verso analoga, o contrastante, trovata in podcast, libri, documentari. Dall’amore all’esplorazione, dai ricordi d’infanzia e giovinezza alle vicende più strane, con ottimo sound design e musica eccellente. Non ho perso una puntata. Dà assuefazione.

Album: Fetch the Bolt Cutters di Fiona Apple (2021).
Con questo suo ultimo album e con gli altri precedenti, Fiona Apple è stata la colonna sonora del mio lockdown, nel 2020. Non mi ero mai soffermato sul suo lavoro, prima, e quindi posso dire che sia stata, certo solo per me, una scoperta. Oltre all’affilatura crudele dei testi, di lei mi piace che sia, letteralmente, una compositrice, con ingredienti innovativi, salti frequenti, grande espressività in ogni frammento delle sue composizioni.

Audiolibro: Quer pasticciaccio brutto de via Merulana di Carlo Emilio Gadda, letto da Fabrizio Gifuni (Emons edizioni, 2018).
Gli audiolibri non sono facili da sentire, non c’è mai il momento e ogni altra cosa distrae e distoglie. Li consiglio a chi guida o cammina da solo. Il Gadda di Gifuni è tra i migliori mai sentiti, ed è quasi miracoloso perché è come se rendesse “facile” il testo del Pasticciaccio. Le diverse intonazioni e parlate che il dicitore con discrezione introduce rendono meglio percorribili i saliscendi sintattici e lessicali dell’autore e si capisce perché quella di un attore si chiama “interpretazione”. Nei casi migliori, infatti, dispiega con il significante il significato.

> Leggi qui gli altri articoli della rubrica “Mix tape”.

Mix tape di Stefano Bartezzaghi

Commenta con Facebook

Share via
Copy link
Powered by Social Snap