Mix tape di Fumettibrutti – Belleville News

Mix tape di Fumettibrutti

Mix tape di Fumettibrutti

Mix tape: si chiamavano così le musicassette che gli amici si scambiavano negli anni Ottanta, mixando artisti e brani secondo il gusto e l’umore. A quella tecnologia gloriosamente superata è intitolata la nostra rubrica: cinque consigli che spaziano dai libri alle riviste, dagli album musicali ai podcast, dalle newsletter ai film, a cura di un ospite ogni volta diverso. Un modo semplice ma bello per mescolare le curiosità, condividere le passioni.

La nostra prima ospite è Josephine Yole Signorelli, in arte Fumettibrutti.

  • Romanzo: Le cattive di Camila Sosa Villada (Edizioni Sur, 2021).
    Romanzo d’esordio di un’autrice tra le più originali della letteratura argentina contemporanea, Le cattive racconta la storia di Camila, nata Cristian, e del gruppo di donne trans che la accoglie, quando, giovanissima, si rifugia nel Parco Sarmiento a Córdoba. La vita di Zia Encarna, María la Muta, La Machi e di tutte le altre donne “cattive” (così le giudicano le signore benpensanti) è un susseguirsi di notti passate a soddisfare le voglie dei clienti, di insulti, violenze, paura delle retate e dell’Aids, ma anche di solidarietà e ribellione. Nonostante la povertà e un’esistenza ai margini, “le cattive” formano una comunità compatta, si aiutano e sostengono a vicenda, rivendicano la propria identità e la libertà di essere chi desiderano. Vincitore del Premio Sor Juana de la Cruz 2020, Le cattive è in corso di traduzione in diversi paesi.
  • Serie Tv/ANIME: Cowboy Bebop diretto da Shin’ichirō Watanabe e prodotto da Sunsrise (1998).
    Questo anime di fantascienza è ambientato nel 2071: l’umanità ha abbandonato il pianeta Terra, divenuto ormai inospitale, e si è stabilita su Marte. Nonostante si viaggi in astronave, l’atmosfera è quella del vecchio West, perché, per far fronte a un’ondata di crimine, terrorismo e illegalità, sono tornati i cacciatori di taglie, tra cui il protagonista Spike Spiegel e la sua ciurma di avventurieri.
    Le riflessioni esistenziali e la fitta rete di citazioni (da Alien a Blade Runner a L’ultimo combattimento di Chen) hanno reso Cowboy Bebop una serie cult, amatissima in Giappone e all’estero.
  • Graphic Novel: Da sola di Percy Bertolini (Diabolo Edizioni, 2021).
    La graphic novel d’esordio di Percy Bertolini, street artist e fumettista, mette in scena la ribellione di una protagonista “mostruosa” contro la società patriarcale in cui vive, che vede nel maschio – adulto, bianco, abile e cisgender – l’unica categoria possibile. In un mondo intollerante e ossessionato dalla norma, l’adolescente, il cui corpo è parzialmente ricoperto da una peluria rosa, non può che rappresentare un pericolo. La protagonista si ritrova così rinchiusa in un ospedale psichiatrico, dal quale riesce però a fuggire. I testi sono liberamente tratti dai diari del ballerino russo Vaslav Nijinsky (un altro “non conforme”, omosessuale e morto in manicomio), mentre nelle illustrazioni il rosa acceso si contrappone al bianco e nero.
  • Film: Baise moi – Scopami di Coralie Trinh Thi e Virginie Despentes (2000).
    Tratto dall’omonimo romanzo di Virginie Despentes (1993), Baise moi racconta la vicenda di due ragazze, Nadine e Manu che, incontratesi per caso all’uscita di una metropolitana a Parigi, si alleano per vendicarsi delle violenze subite: Manu è reduce da uno stupro e ha appena ucciso il fratello, mentre Nadine ha assistito all’omicidio del suo ragazzo spacciatore e, al culmine di una lite, ha ammazzato la propria coinquilina. Per entrambe l’unica soluzione è la fuga e, mentre vagano nella provincia francese, sfogano rabbia e frustrazione sugli uomini che incontrano, seducendoli e uccidendoli. Nel 2000, Baise moi – Scopami è stato presentato in concorso al 53º Festival del film Locarno.
  • Disco: Wow dei Verdena (2011).
    Wow è il quinto disco della band bergamasca composta dai fratelli Luca e Alberto Ferrari e da Roberta Sammarelli. Complesso ed eterogeneo, contiene brani che spaziano dal progressive rock al rock psichedelico e al folk, rievocano le atmosfere anni Sessanta e Settanta e richiamano, tra gli altri, Lucio Battisti, i Beatles, i Black Sabbath e i Beach Boys.


> Leggi qui gli altri articoli della rubrica “Mix tape”.

Mix tape di Fumettibrutti

Commenta con Facebook

Share via
Copy link
Powered by Social Snap